Pasta frolla con l’olio

... successivo

crostate realizzate con pasta frolla all'olio extra verdine di oliva

E dopo aver già parlato delle differenze tra olio e burro vediamo come realizzare un’alternativa pasta frolla con l’olio extra vergine di oliva (in sostituzione del burro) per le nostre deliziose crostate, profumati biscotti o come base per una fresca, e sempre di successo, torta di frutta.

Ci tengo a precisare che tutte le ricette da me pubblicate sono sempre personalmente collaudate e “corrette” fino ad arrivare al risultato per me ottimale che porta poi alla mia ricetta definitiva.

 

INGREDIENTI

Dosi per:
   – 6 crostatine oppure 
   – 1 crostata oppure
   – circa 90 biscotti f.to cm 3×3

  • 300 gr. di farina
  • 100 gr. di olio extra vergine di oliva
  • 50 gr. di zucchero
  • 2 uova
  • sale

Se desiderate realizzare dei biscotti potete renderli più creativi personalizzando l’impasto con qualcosa che li aromatizzi, come ad esempio:

  • buccia di un arancia o di un limone sminuzzata (senza la parte bianca interna perchè è amara)
  • frutta secca tritata (mandorle, pinoli, noci, etc)
  • spezie (semi di finocchio, di sesamo, di cumino, di anice, cannella, etc)

Versare la farina sulla spianatoia e creare uno spazio al centro.
Mescolare i tuorli con l’olio e lo zucchero.
Mescolare gli albumi con un pizzico di sale.
Versare i tuorli al centro della farina e lavorare un poco per far assorbire il liquido.
Unire anche gli albumi e lavorare l’impasto fino ad ottenere un composto omogeneo.

All’inizio la pasta si attacchera’ un po’ alle dita ma continuando a lavorare la farina assorbira’ completamente la parte liquida, la pasta si staccherà dalle mani e sarà più semplice manipolare il tutto.
Fate una bella palla, mettetela su un piattino e lasciatela riposare in frigo per circa mezz’ora.

A questo punto stendete la pasta con il mattarello aiutandovi spolverizzando con un po’ di farinpasta frolla con olio extra-vergine d'olivaa.
Se avete deciso di fare i biscotti stendete tutto l’impasto e realizzate le forme che preferite adagiandole su un foglio di carta da forno precedentemente steso sulla placca del forno o su una teglia.

Se invece avete deciso di dedicarvi alle crostate stendete solo due terzi dell’impasto perchè il resto servirà per la decorazione superiore:

– con le dita o un foglio di carta assorbente strofinate qualche goccia d’olio sullo stampo/sugli stampi e spolverizzate di farina eliminando quella in eccesso.
– ritagliate il disco centrale calcolando un po’ di eccesso per ottenere un bordo e mettetelo nello stampo.
– spalmate con un cucchiaio uno strato della vostra marmellata preferita stando attenti a non uscire dal bordo.
– aggiungete un po’ di farina alla pasta rimasta e lavoratela un poco per farla assorbire.
– stendetela con il mattarello dando la forma di un rettangolo.
– ritagliate (con un coltello o una rotella per ravioli) la parte più lunga in tante striscioline di circa 1 cm e mettetele sopra la crostata partendo dal bordo e terminando sopra il bordo opposto; proseguite così incrociando le strisce di pasta.

pastafrollaconolio1Per la pasta frolla di una torta di frutta utilizzare circa 3/4 di pasta per il disco centrale e circa 1/4 per il bordo:
– olio e farina su uno stampo (come sopra), realizzare il disco centrale e adagiarlo sullo stampo.
– aggiungere un po’ di farina alla pasta rimasta, lavorarla un po’ per farla assorbire e creare un lungo rotolo di circa 1,5 cm di altezza
– metterlo nello stampo circondando il disco centrale e, con un dito o con i rebbi della forchetta, schiacciarlo verso le pareti della teglia, cercando anche di farlo aderire al disco centrale, e cuocere.
PS: lasciar raffreddare e farcire con la crema pasticcera e la frutta di stagione

COTTURA: ogni forno ha le sue  caratteristiche e i suoi tempi quindi, come riferimento, vi dico che io ho cotto questa pasta frolla con il ventilato a 60° per circa 15 minuti.
La cosa certa è che alla pasta frolla in generale non serve molto tempo per cuocere quindi, qualsiasi sia il vostro forno, controllate spesso e, più che del tempo, fidatevi del vostro naso e dei vostri occhi: un buon profumo e una doratura con delicate sfumature dal marrone chiaro al giallo oro è segno che la cottura è ok.

Sperimentate e buon appetito!

 

 

 

... successivo